20 COSE CHE SOLO CHI NUOTA PUÒ CAPIRE

 

Questo post è dedicato a coloro che passano più tempo in costume che vestiti, a quelli che la sera hanno sempre il segno degli occhialini in viso e che la mattina a scuola hanno i vestiti che profumano di cloro. Insomma, è dedicato ai nuotatori, e solo loro potranno capire quanto segue:

  1. Il nuoto crea dipendenza.
  2. Gli svedesi non sono solamente gli abitanti della Svezia.
  3. Mettere il costume da gara può essere traumatico.
  4. Quando si torna in piscina dopo i pranzi delle feste ci si sente degli ippopotami.
  5. Andare in giro con il segno degli occhialini è la normalità.
  6. Il cloro non è un semplice elemento chimico.
  7. L’orologio può avere anche quattro lancette.
  8. Prova costume? Ahahahaha
  9. Avere fame per 24 ore al giorno è possibile.
  10. La vita potrà fare schifo ma un 400 misti sarà sempre peggio.
  11. Per abbassare il tempo di qualche centesimo ci vogliono mesi di allenamento.
  12. Durante i trofei sono più le volte che ci si innamora delle gare che si disputano.
  13. Le piramidi non sono solo in Egitto.
  14. L’unico super-eroe realmente esistito è Michael Phelps.
  15. Nuotare non è noioso (ma chi glie lo spiega ai non-nuotatori?)
  16. In acqua si può sudare, eccome.
  17. Niente e nessuno è più odioso di chi ti tocca i piedi durante l’esercizio.
  18. Gli Hunger Games sono un gioco da ragazzi rispetto al riscaldamento pre-gara.
  19. Take Your Marks.
  20. Una volta che inizi non riesci più a smettere.